Ecobonus su misura: modulare la percentuale di detrazione in relazione al risparmio atteso

L’idea del ministero dello Sviluppo economico è rendere più «sfidante» il sistema delle detrazioni fiscali al 65% per il risparmio energetico. Si valuta di modulare la percentuale in detrazione in relazione al risparmio atteso, ma anche di introdurre massimali unitari di spesa per tipologia di intervento, premiare le azioni più efficienti orientandosi sempre di più verso interventi radicali sull’edificio.Allo studio c’è inoltre una valorizzazione dei risparmi generati dalle detrazioni fiscali per il recupero edilizio, ad oggi non conteggiati, attraverso un sistema di incentivazione integrato con l’ecobonus. Incrociando l’effettiva platea dei beneficiari, la lista degli interventi agevolabili e le percentuali di rimodulazioni si capirà se nel complesso il nuovo ecobonus risulterà più o meno generoso rispetto alla versione attuale. L’unico problema da risolvere: come misurare il reale risparmio ottenuto? Rimaniamo in attesa della proposta concreta che probabilmente vedrà la luce con la  prossima legge di Bilancio.
Fonte: Sole 24h